18 giugno 2018

CORDIALMENTE DAL VENETO ..!
Un benvenuto e grazie per leggere questo mio blog.
Sono alla ricerca di qualsiasi francobollo timbrato, italiani o esteri, anche comuni ordinari, doppioni, su frammento (da scollare), già lavati, per la mia promozione della filatelia (regalo francobolli usati e una rivista, per la prima collezione, per far appassionare); il soggetto di un francobollo, sempre opera d'arte, può far incuriosire, creare dibattiti, e far nascere una passione culturale che può durare tutta la vita.
Forse il mio appello può essere trasmesso in qualche ditta dove arriva molta corrispondenza, e recuperare le varie affrancature sarebbe facile.
Eventualmente, posso ricambiare con libri nuovi (a richiesta, invio elenco con descrizione), oppure abbonamenti gratuiti a periodici culturali.
Giornata Internazionale della Felicità: 20 Marzo.
Libri per essere felici ..!
Più libri, più idee. Da un libro c'è sempre qualcosa da imparare. Un libro ti regala sempre qualcosa: emozioni, piacere, ricordi. La lettura ci rende più coscienti e consapevoli, più creativi.
Grazie per considerare il recupero di francobolli timbrati, a sostegno della mia iniziativa. Ogni francobollo mi è utile e prezioso.
Sono graditi suggerimenti e proposte.
Roberto (telefono cell. 377 199 82 98)  roberto88264@yahoo.it

Francobolli: arte, passione, cultura, divertimento.
Dove trovare i francobolli timbrati ..?
Cercare nelle proprie abitazioni, soprattutto in soffitta o cantina, vecchia e recente corrispondenza, buste e cartoline, ancora con l'affrancatura. Ritagliare lasciando un buon margine, di alcuni centimetri, senza andare troppo vicino ai dentelli, e non strappare mai i valori dalla carta, per non rovinare qualcosa. Chiedere la possibile collaborazione di amici, parenti, o conoscenti, e magari visitare qualche deposito di carta al macero (dove si possono trovare rimanenze d'archivio).

Visita guidata gratuita a sud di Padova ..!
Vivo da sempre nella bella cittadina di Monselice, ricca di storia e arte. Quando nella mia zona, anche casualmente di passaggio, ben lieto di concordare un incontro, ed essere la guida nel centro storico. Sarà un piacere, e quindi non esitate a chiedere il mio servizio gratuito. Qui sotto una panoramica delle bellezze naturali e architettoniche. Per altre foto, grazie per considerare www.fluidr.com/photos/137443964@N04/





Monselice (Pd): Un luogo di grande interesse artistico, storico e ambientale. La vocazione turistica di Monselice ha origini antiche. Già nel Cinquecento, le famiglie nobili veneziane l'avevano scelta come luogo di soggiorno e villeggiatura, realizzando intorno al castello le splendide ville che tuttora costituiscono una delle attrattive della città. Oggi, quelle testimonianze di uno stile di vita più lento e forse più umano, dove c'era ancora spazio per la bellezza, ci sembrano vestigia di un'epoca ormai finita. Eppure, nei nostri giorni segnati dalla fretta, dalla frenesia e dallo stress, sono sempre di più i viaggiatori attenti che scoprono luoghi di bellezza e di pace non compresi negli itinerari più conosciuti e di tendenza, balneari, montani o artistici. Monselice, con la sua storia millenaria, le sue tradizioni, la sua giostra, la Rocca, i musei e soprattutto con l'impareggiabile castello, è sicuramente una tappa ideale per questo tipo di viaggiatore. Non a caso, i patrizi veneziani la scoprirono quando il Comune vantava già almeno un secolo di storia, come baluardo difensivo longobardo prima, sotto la giurisdizione di Ezzelino da Romano poi e infine carrarese.

Monselice (Pd): Antica Pieve di Santa Giustina.
Monumento notevolissimo di struttura romanica dove si infiltrano elementi decorativi gotici. Questa Pieve probabilmente era sorta nel periodo longobardo, quando Monselice fu centro politico e amministrativo dei superstiti territori di Este e di Padova. La chiesa di Santa Giustina sorgeva in cima al colle nel contesto delle fortificazioni. Nei secoli VI-VIII anche la popolazione aveva preferito insediarsi sui declivi del colle per sottrarsi alle minacce delle invasioni e delle inondazioni. Quando però aumentarono e la sicurezza e il numero degli abitanti, questi tornarono a stabilirsi nella pianura circostante il colle ed eressero per propria comodità altre chiese, dotate di clero e benefici propri, ma soggette alla Pieve ovvero: S.Tommaso, S.Martino, S.Paolo. Il 6 Marzo 1239 venne a Monselice l'imperatore Federico II e volle che la rocca fosse circondata di mura. La vecchia Pieve di Santa Giustina in cima al colle fu abbattuta, e per 17 anni la collegiata fu ospite della chiesa di S.Martino vecchio. Però appena cacciato Ezzelino, l'arciprete Simone de' Paltanieri, l'11 Ottobre 1256, ottenne dal vescovo Giovanni Forzatè di trasferire la sede della Pieve verso la metà del colle, nella chiesa di S.Martino nuovo, che prese il nome di Santa Giustina. Il Paltanieri la trasformò in un vasto duomo dalle pure linee romaniche con torre campanaria dello stesso stile. Quarant'anni dopo, la decima papale del 1297 ci mostra com'era organizzata la sua collegiata: l'arciprete, sei canonici o chierici e tre mansionari. Ne dipendevano le chiese urbane di S.Martino vecchio, di S.Paolo e di S.Tommaso, e quelle foresi di S.Nicolò di Marendole e di S.Matteo di Vanzo, quest'ultima fondata dal Paltanieri. Tale situazione durò fino al 25 Aprile 1810 quando in seguito alla soppressione napoleonica delle collegiate, la cura delle anime passò a quattro cooperatori o mansionari alle dipendenze dell'arciprete, che nel 1865 ebbe il titolo di abate mitrato "ad personam" e nel 1913 "perpetuo".
Il vescovo mons. Pellizzo con decreto del 10 Agosto 1919 abolì completamente la circoscrizione interparrocchiale esistente a Monselice da quasi dieci secoli per costituirvi una sola parrocchia urbana, quella arcipretale abbaziale di Santa Giustina e quattro parrocchie: Monticelli, S.Cosma, S.Bortolo e Ca'Oddo. Poichè l'antica arcipretale di Santa Giustina per la sua ubicazione a metà del colle mal si prestava ad essere la sede della nuova parrocchia cittadina, s'imponeva il problema d'un nuovo duomo più centrale. Dopo la visita vescovile del 25 Marzo 1925 il territorio della parrocchia fu diviso in quattro reparti, ciascuno curato dal proprio sacerdote residente: Duomo, S.Paolo, S.Martino e S.Tommaso. In quello stesso 1925 iniziarono i lavori di restauro dell'arcipretale, che, liberata dalle deturpazioni barocche del 1600, riebbe le originarie armoniose linee romaniche. Il problema della sede più centrale della grande parrocchia fu risolto con la costruzione di un nuovo Duomo, dedicato a S.Giuseppe artigiano che l'8 Settembre 1957 fu solennemente benedetto e il 29 Giugno 1958 aperto al culto. Nel frattempo nuovi lembi del territorio parrocchiale in seguito al rapido aumento della popolazione furono staccati per costituire le parrocchie del Carmine a Montericco (28 Novembre 1960), S.Giacomo (8 Dicembre 1966), e S.Salvaro a Redentore (25 Dicembre 1967). Gli ultimi lavori di manutenzione straordinaria alla Pieve di Santa Giustina sono avvenuti negli anni 2017-2018, e domenica 7 Settembre 2018, con l'inaugurazione, il "Duomo Vecchio" è stato riaperto al pubblico. Una visita guidata gratuita è offerta giornalmente da volontari locali.
 
Monselice (Pd): Castello Cini. Ai piedi del Colle della Rocca si erige imponente un complesso architettonico chiamato Castello Cini che raggruppa in sè diverse tipologie di edifici (tra l'XI sec. ed il XVI sec.), passando da torre difensiva, fino a diventare una dimora signorile rinascimentale; il Castello si compone di quattro nuclei principali; la parte più antica è la Casa Romanica che assieme al Castelletto forma il primo nucleo abitativo. Nel corso del XIII sec. staccata, fu costruita la Torre Ezzeliniana, un possente edificio difensivo voluto da Ezzelino III da Romano. La caratterizzano, all'interno, monumentali camini "a torre", unici in Italia per forma e funzionalità, fatti costruire dalla signoria padovana dei Da Carrara nel XIV sec. Nei secoli successivi il Castello conobbe un lento degrado, a cui pose fine la proprietà della famiglia Cini. Nel 1935 il Conte Vittorio Cini avviò un radicale restauro di tutto il complesso e successivamente ricostruì l'arredo di tutte le sale interne, terminando l'intervento nel 1942. L'idea guida di questo straordinario ripristino non è stata quella di creare un museo storico, ma di accompagnare idealmente l'ospite o il visitatore in un viaggio a ritroso nel tempo. Nel 1981 il complesso è diventato proprietà della Regione del Veneto. www.castellodimonselice.it




Monselice (Pd): Villa Pisani. Francesco Pisani, nel suo testamento, ricorda la dimora fatta costruire lungo la riva del canale di Monselice (1556 circa), quasi certamente come luogo di sosta nel viaggio da Venezia alle sue terre in Montagnana, dove il nobile veneziano abitava già il palazzo che Palladio aveva eretto (dal 1553 al 1555), subito fuori le mura di Porta Padova. Sul filo dell'acqua che collegava fisicamente Monselice ad Este, correva dunque una stessa figura di committente per i due edifici, se pure qualitativamente distanti. La Villa ha una pianta rettangolare tripartita alla veneta; il pian terreno presenta un salone centrale e due sale laterali equivalenti. In un volume aggettante sul retro sono poste le scale di accesso al piano superiore. Contrariamente all'esterno, semplice e disadorno, la decorazione ad affresco che ricopre quasi tutte le pareti interne è decisamente pregevole e sicuramente attribuibile alla cerchia dei pittori attorno a Palladio. Gli schemi decorativi ricalcano quelli presenti nella grande villa palladiana Barbaro a Maser (Treviso), affrescata da Paolo Veronese. Gli affreschi rappresentano paesaggi con ruderi incorniciati da architetture dipinte. Le pareti dei due saloni sono scandite dalla bianca trama di colonne ioniche scanalate, su balaustre, e da arcate sorrette da cariatidi, oltre le quali si aprono grandi paesaggi. Sull'orizzonte basso campeggiano cieli striati da nubi sottili e tagliati lateralmente da radi alberi slanciati; ruderi classici popolano le vallate altrimenti deserte, eccetto per l'episodio di Apollo e Dafne, al primo piano. Al piano terra oltre ai paesaggi s'incontrano busti con trofei di guerra. La Sala Nobile al primo piano presenta una decorazione qualitativamente superiore, soprattutto nei paesaggi accuratamente descritti anche con architetture contemporanee. Oltre all'episodio di Apollo e Dafne troviamo nei sovrapporte quattro figure allegoriche femminili tra vasi e cariatidi a monocromo. Nel suo complesso il ciclo decorativo di Villa Pisani appare opera di più mani con una figura di spicco vicina ai modi di Benedetto Caliari, fratello del più noto Paolo Veronese, e un intervento più tardo e minore nelle sale laterali. Sopra l'architrave si erge il timpano triangolare, segnato dalla cornice a dentelli, dentro al quale due allegorie della Fama alata, realizzate in stucco, sostengono lo stemma araldico dei Pisani. Gli ultimi lavori di restauro si sono conclusi nel 2012 e hanno portato la struttura esterna e l'apparato decorativo interno alla bellezza attuale. Dal 2017 Villa Pisani è gestita da Euganea Movie Movement, associazione culturale che opera in Veneto per la promozione della cultura cinematografica italiana e straniera attraverso l'organizzazione di eventi, corsi, rassegne e festival. Gli spazi della Villa sono prestigiosi sedi di eventi culturali (spesso gratuiti). www.villapisanimonselice.it




Monselice (Pd): Duomo nuovo dedicato a San Giuseppe operaio. Inaugurato nel 1957, al suo interno sono conservati molti arredi provenienti da chiese locali soppresse.

Per i dieci anni trascorsi con don Sandro Panizzolo, il 4 Ottobre 2019 è stato inaugurato l'organo, generoso regalo di Gianni Brunello: è un organo meccanico costruito secondo i canoni antichi e con materiali di alta qualità. Si tratta di una raffinata opera artigianale, la XXIII°, dell'organaro Erich Bertot di Forno Canavese, creata nel 2013. Lo strumento, dopo aver suonato nella basilica di San Nicolò di Pietra Ligure è stato smontato e rimontato nel Duomo di Monselice; il prospetto è costituito da tre campate con sette canne; sulla facciata si trovano inoltre le canne del registro di "tromba" in posizione orizzontale. Complessivamente le canne sono 645, e il tutto è montato su ruote che rendono l'insieme facilmente spostabile.

Monselice (Pd): Monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale (ben 277 Monselicensi), dello scultore Paolo Boldrin (1887-1965) attivo anche a Monselice. Inaugurato nel Gennaio 1926, ora collocato all'interno dei Giardini Comunali, in marmo bianco di Carrara (i prospetti della base portano incise scritte commemorative del primo conflitto mondiale). La sua composizione solida ed armoniosa, esalta la vittoria, glorifica i caduti, vivifica il ricordo.

In merito al Gronchi rosa: Fu stampato in occasione del viaggio in Sudamerica del Presidente della Repubblica Italiana Giovanni Gronchi, ma conteneva un errore nei confini del Perù che provocò le rimostranze del Console peruviano a Roma. Fu distribuito agli uffici postali il 3 Aprile del 1961, ritirato la notte stessa e mandato al macero. Ma 79.455 esemplari erano già stati venduti. Così diventò il francobollo più ricercato d'Italia, il suo valore aumentò, e divenne un mito per tutti i collezionisti.

Arquà Petrarca (Pd): Foresteria Callegari (Via Castello 6). Mostra di pittura, dal 31 Maggio al 3 Giugno 2019 (ore 10.00-12.30/16.00-20.00) con entrata libera: La Pittura nel Delta, di Claudio Marangoni. Per nuove mostre, in altre date, in Veneto, considerare: Telefono cell. 329 976 12 42  claudio_marangoni1@libero.it

Domenica al museo ..! Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese in tutti i monumenti, musei, gallerie, parchi e giardini monumentali dello Stato. Mettilo in agenda, dai valore alla tua domenica..! Visita l'elenco completo sul sito: www.beniculturali.it 
Musei gratis. La prima domenica di ogni mese sta diventando una bella occasione per visitare gratis i luoghi dell'arte. Qui sotto una sala del Museo Nazionale Atestino di Este (Pd), uno dei più importanti dell'alta Italia:

Periodici gratuiti italiani con annunci gratis ..! Sono alla ricerca di pubblicazioni gratuite con annunci economici vari. Molte non sono reperibili sul web, ma solo in appositi contenitori nei centri cittadini principali, o nelle vicinanze di circoli ricreativi, o di locali pubblici, o di supermercati. Non sono interessato alle edizioni contenenti esclusivamente le proposte immobiliari. Grazie per comunicare la testata, con l'indirizzo, o numero di telefono e fax, o magari spedire un campione della prima pagina (dove sono riportati i contatti dell'Editore con le condizioni degli annunci). Scrivere a roberto88264@yahoo.it oppure telefonare al 3771998298 (anche per sms, e sarete richiamati in orario preferito).



"ViaVai" (Veneto sud, Terme Euganee. Free press settimanale di cultura, spettacolo e tempo libero). Ben 15.000 copie in distribuzione gratuita il giovedì pomeriggio, nei locali pubblici, uffici turistici, Comuni, biblioteche, Pro Loco, enti e associazioni, nelle aree di Rovigo e provincia, Bassa Padovana. Promo Studio, Via Sacro Cuore 7/A, Rovigo. Tel. 0425 28282. Cell. 3296816510. info@viavainet.it www.viavainet.it 

"Gente pocket" (italiano-english, mensile free press, cultura, eventi, tempo libero). Distribuito gratuitamente in tante location di città e provincia (anche a Monselice). Circa 20.000 copie. www.gentepocket.it


"informacittà" (mensile gratuito di eventi e spettacoli in Toscana, edizione cartacea, disponibile negli Uffici Turistici). Free press in paper or printed version about Florence & Tuscany events. www.informacitta.net

L'Italia è diventata il Belpaese grazie alla nozione, non solo letteraria, divulgata nel tempo da poeti, scrittori, pittori, fotografi, umanisti, filosofi. Uno scenario che ha irrorato la fantasia degli artisti, connotando una sorta di identikit della penisola, fatto di ambienti naturali, vedute, scorci, capricci, paesaggi rurali e profili urbani, un panorama tipico, sovente pittoresco, spesso dominato dalle vestigie e dai ruderi del passato.

23 Aprile: World Book Day or International Day of the Book. Giornata Mondiale del Libro. Evento patrocinato dall'UNESCO per promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri. La lettura contro l'ignoranza.


Ricordando... Anna Frank (1929-1945): il 12 Giugno 1929 a Francoforte (Germania) nacque Anna Frank. Ragazza vivace, arguta, estroversa, di famiglia molto agiata, ma ebrea, ricevette un'educazione ottima; i nazisti però invadono anche l'Olanda (ad Amsterdam nel frattempo vi si erano trasferiti i Frank). La famiglia trovò un "rifugio" in un appartamento segreto dove Anna scrisse il famoso Diario, il libro più letto e tradotto. Le notizie spaventose sulla sorte degli ebrei, fecero sopportare alla ragazza la tremenda privazione della libertà. Scoperti il 4 Agosto 1944, i Frank vennero deportati: solo il padre sarebbe sopravvissuto. Anna morirà nel campo di concentramento di Bergen Belsen nel 1945, appena sedicenne, convinta, malgrado tutto, "dell'intrinseca bontà dell'uomo".



Oltre l'hijab. Una donna da straniera a cittadina, di Assia Belhadj. Nata in Algeria, e arrivata in Italia nel 2005, una storia di donna musulmana. Una visione oltre l'hijab (velo), un invito a guardare oltre. La ricerca di un dialogo tra mondi e culture. Un libro da cui emergono questioni che toccano ciascuno di noi: l'identità individuale e sociale, l'attaccamento alle proprie origini, l'incontro con nuovi valori, la sfida di affrontare ogni giorno la vita schivando i colpi bassi per giungere ai propri piccoli e grandi traguardi. La quotidianità di una donna alle prese con i passaggi che segnano il cammino di tutti i migranti: la scelta di partire, lo spaesamento iniziale, l'adattamento al contesto di approdo, il processo - più o meno lungo, più o meno semplice - di integrazione; il racconto di una donna arrivata da un altrove materiale, geografico, e simbolico; un punto di vista sulla nostra realtà da chi ha imparato a conoscerla un po' per volta, in un percorso denso di difficoltà e incomprensioni, ma anche di gioie e soddisfazioni. Edizioni Bellunesi nel Mondo 2019 (pagine 88, anche con qualche foto). Contatti dell'autrice: assiabeladi84@hotmail.com https://www.facebook.com/assiabeladi84


Segnalazioni, e raccomando ..!
Umberto Mombelli: artista musicale (di Varese) con esperienza in vari locali jazz della Lombardia offresi per feste, o manifestazioni private, o adesione in nuovo gruppo, anche in altre regioni d'Italia. Telefono cell. 3491193813. Grazie per visitare il profilo su https://www.villaggiomusicale.com/artista/umbertosax

"Sara Scrive: Fandom & Art". L'arte di Sara in un blog per amatori di film, libri, musica, serie TV, con recensioni particolareggiate  www.sarascrive.com 


"ëresFrauenInfoDonne": da Bolzano una pubblicazione della Commissione provinciale per le pari opportunità. La rivista (in italiano-tedesco) propone riflessioni su figure femminili emergenti, e sui passi necessari per giungere a maggior rappresentanza femminile in politica. Per l'abbonamento gratuito contattare Roberto (amministratore del blog).

"Post-Scriptum" il primo free press mensile che avrai veramente voglia di leggere: arte & cultura, eventi, tradizione & innovazione, ecc. Da Gennaio 2018 in 40.000 copie, in tutto il Veneto, ma anche presso il Centro Commerciale Ipercity (vicino Libreria Mondadori), Strada Battaglia, in località Albignasego. Redazione: 35122 Padova, Piazzetta San Michele 5-A, telefono 049 0962768, redazione@post-scriptum.it

"Bene Insieme" magazine di Conad (mensile di cucina, salute, bellezza, scoperte, tendenze, turismo). Tiratura un milione di copie, gratis nei Supermercati Conad.

"di VITA magazine" trimestrale di attualità e benessere (salute, ricette, turismo, web & libri). Gratis nei supermercati Despar, Eurospar, Interspar.

"il Bollettino Salesiano" (mensile). Rivista fondata da San Giovanni Bosco nel 1877. Come Don Bosco: con i giovani, per i giovani. Bicentenario della nascita di Don Bosco: 1815-2015. www.sdb.org

"ictcard": Servizi telefonici ricaricabili a basso costo. Per chiamare in Italia e all'estero. Senza scatto alla risposta; senza costi di ricarica; il credito non scade. Due centesimi al minuto in Italia, Stati Uniti, alcuni paesi Europei, da telefono fisso verso telefono fisso. Oltre due milioni di clienti. Disponibile in tutti gli Uffici Postali. Ricarica minima solo due Euro. Provare per credere. www.ictcard.com
"faxator": Via email, inviare fax gratuitamente in Italia (dieci pagine al mese). Più di 500.000 persone usano Faxator, e da alcuni anni, io stesso, con soddisfazione. www.faxator.com
"il phishing": Attenzione, i messaggi di phishing non sono altro che un tentativo di truffa. Guadagnare sfruttando la posta elettronica. Proteggersi da questo tipo di frodi è in realtà molto semplice, a patto di essere sufficientemente diffidenti. Per i messaggi in italiano un ottimo punto di riferimento è il sito "antibufala" che raccoglie appelli, truffe, e altri messaggi fasulli. www.bufalopedia.blogspot.com
"BlaBlaCar": Vuoi viaggiare low cost..? Trova un passaggio auto e risparmia..! Mettiamo in contatto conducenti e passeggeri. BlaBlaCar: la community dei passaggi in auto con oltre venti milioni di utenti verificati. www.blablacar.it
"FlixBus": Da Giugno 2015 MegaBus (ora FlixBus) la compagnia di bus low cost arriva in Italia con biglietti a 1,00 Euro. Molte le città italiane collegate. www.flixbus.it


Consigli al turista ..!
Soraga, Val di Fassa, Trentino: Qui sotto un panorama della cittadina (1210m, e 710 abitanti circa), dalla Pista ciclabile, venendo da Moena.
Da alcuni anni trovo buona ospitalità, con ottimi servizi, presso l'Hotel de Frònz, che rimane ancora il mio preferito di Soraga. Qui sotto, la collaboratrice Raluca in costume Tirolese, poco prima della "cena Tirolese a sorpresa" del 30 Luglio 2015. Un grande grazie a tutto lo staff dell'albergo per il piacevole soggiorno, e soprattutto per la disponibilità dei gestori (Germano e Elena). www.hoteldefronz.it

Ricordando il Direttore Tommaso Valente: Appena quattro pagine, oltre la copertina con la riflessione "muoiono gli uomini ma non le loro idee", nel numero zero di Aprile 2007 della "Tribuna del Collezionista" (Gaeta Lt), ma purtroppo a tutt'oggi nessuna buona notizia della sperata partenza del periodico amato dai filatelici.

Ricordando il caro Giancarlo: Dopo una malattia progressiva, nel Novembre 2018, scompare l'artista scultore. Negli anni Sessanta, ottiene i primi prestigiosi incarichi per monumenti e sculture. Un grande grazie per i tanti ricordi in gioventù, e per i consigli, che mi hanno permesso di scoprire l'arte, la pittura, il cinema, la filatelia. Sarai sempre nel mio cuore. Riposa in pace.

Un caro amico (1952-2019): ciao Fabrizio e grazie per i tanti bei periodi trascorsi insieme, a Monselice. Ti ricorderò con profondo affetto, anche per l'aiuto durante la patente di guida, e la ricerca degli interi di posta aerea nel tuo viaggio in Francia. Riposa in pace.

Un caro amico (1950-2018): ciao Flavio e grazie per la tua preziosa collaborazione da Guernsey, Channel Islands. Ti ricorderò sempre con affetto, anche per i tanti momenti trascorsi in gioventù, a Monselice. Riposa in pace.
Passed away peacefully on friday 5 October 2018 at the Chateau du Village Nursing Home, Guernsey, aged 68 years. Much loved husband and best friend of Maria Jose, dearly loved dad of Robin and Michelle, loved grandad of Patrick, Eowyn and Ronya, father-in-law of Scott and Michaela, loving brother of Romeo and Rossella, and uncle of Maurizio and Elena. 

Un caro amico (scomparso il 31 Marzo 2009, a soli 51 anni): sempre un pensiero a Tony, che nella sua veloce Fiat 127, durante gli anni '80-'90, tra Via San Marco e stazione ferroviaria di Padova, si ascoltava la sua musica preferita, come "Stairway to Heaven" (by Led Zeppelin), oppure "Impressioni di Settembre" (by PFM) e "Samba pa ti" (by Carlos Santana). Ciao Tony..!
Un caro imprenditore (1927-2015): sempre riconoscenti a Giorgio, per lo sviluppo della sua azienda, e l'amore verso alcune passioni (anche i francobolli, sempre recuperati negli invii dall'Austria). Grazie Giorgio..!



Un caro imprenditore (1923-2013): un grande grazie a Leonio per la sua incredibile generosità.

Fai conoscere questo blog. Può essere d'aiuto agli amici. Grazie. Perchè PassaParola..? Il passaggio di informazioni e opinioni da persona a persona è il mezzo di comunicazione comunemente ritenuto più affidabile. Per questo motivo il "passaparola" è da sempre la più spontanea forma di pubblicità.